DOTTORE-e13425150162491La meningite è una malattia che colpisce il sistema nervoso centrale, ha origine infettiva, causata da batteri o virus e causa l’infiammazione delle meningi, le membrane che proteggono  l’encefalo e il midollo spinale. Il 90% di casi negli adulti si verifica con un fortissimo mal di testa e con la difficoltà di flettere il collo in avanti.

Con la meningite si infiamma il liquido cerebrospinale, il propagarsi dell’infezione batterica può avere una risoluzione positiva entro pochi giorni oppure può trasformarsi in una forma grave che può portare alla morte. I sintomi iniziali possono essere confusi con normali sintomi influenzali, mal di testa, dolore alle gambe, pallore e senso di freddo sono infatti comuni. Nei bambini ci si deve insospettire per i pianti prolungati , sonnolenza e rigidità del corpo e degli arti. La febbre alta è un altro sintomo che deve essere immediatamente comunicato al medico.

La meningite si diffonde da un contagio, si può contrarre da una persona infetta anche attraverso un colpo di tosse, uno starnuto o un dialogo ravvicinato. A seguito di un contagio che fortunatamente si risolve in pochi giorni posso rimanere persistenti problemi all’udito, problemi di vista o disabilità intellettive totali. La Meningite colpisce inoltre anche i reni, le ghiandole surrenali e il cuore. La forma più grave è la meningite batterica, se il medico riscontra un sospetto si devono immediatamente effettuare degli esami di laboratorio, tra cui la rachicentesi, una puntura in cui si preleva del liquido cerebro spinale per le analisi.

Per difendersi dalla Meningite, a prevenzione soprattutto del contagio tra i bambini, è previsto il vaccino anti meningococco e lo pneumococco che difendono l’organismo, l’età per la vaccinazione è generalmente intorno agli 11 anni. In presenza di sintomi o di dubbi sulle cause che portano un bambino a piangere continuamente è opportuno contattare immediatamente il medico.