EmorroidiSi sa che le emorroidi sono davvero una malattia tra le più fastidiose, oltre a creare imbarazzo in chi la ha e un disagio continuo nella vita di tutti i giorni.
Spesso questa patologia viene trascurata perché scambiata con altre, e non si assumono le dovute precauzioni per non far peggiorare la situazione, fino ad arrivare al punto in cui il dolore diventa talmente forte da aver bisogno di un intervento chirurgico.
Ma è davvero necessario un intervento così invasivo?
Ora non più, con le tecniche innovative del Dott. Mario Petracca!

Il Dott. Mario Petracca è un esperto di proctologia che propone un nuovo tipo di intervento veloce ed efficace, che non prevede il ricovero del paziente, il quale viene rilasciato a casa successivamente all’operazione.
Questo genere di intervento si chiama Crioterapia Selettiva, e consiste in una piccola operazione post anestesia locale che vi permetterà di risolvere il problema in maniera definitiva. Esatto, niente più recidive!

Le tecniche tradizionali che trattano le emorroidi presentano purtroppo delle controindicazioni: ad esempio la non completa riuscita dell’intervento in quanto non si riesce ad eliminare tutte le emorroidi, oppure il fatto che il paziente debba fare più sedute ravvicinate e non può risolvere tutto in una sola seduta, ma anche l’intervento chirurgico tradizionale comporta dei disagi in quanto il paziente può provare dolore post operatorio e sanguinamenti.
Evitare tutti questi effetti collaterali è possibile con la Crioterapia Selettiva.

Potete dunque chiamare il Dott. Petracca al numero 333 951 61 41 per avere tutte le informazioni che riguardano questa nuova tecnica e scegliere senza alcun tipo di vincolo la terapia che fa per voi.
Il dottore è un medico specializzato nel trattamento delle emorroidi che ha sviluppato questa metodica ambulatoriale negli anni 80, in seguito ad anni di studio e sperimentazione all’estero, in particolare negli Stati Uniti.
Un sinonimo di garanzia e qualità.
I numerosi vantaggi che offre una terapia così poco invasiva derivano dall’assenza di puntura lombare come nella chirurgia classica, infatti l’anestesia nella CTS è localizzata su ogni singolo nodulo; non ci sono neanche punti di sutura metallici o a filo, non esistono cicatrici successive all’intervento o lesioni allo sfintere, il trattamento è eseguibile in una sola seduta e si possono riprendere le proprie attività subito.